CALA INFERNO Uno degli angolo di Ponza più suggestivi. - Ponza Informazioni e Consigli per la tua vacanza a Ponza Le Forna

Case in Affitto e Guida Online
Info cell. +39 3487138631

Vai ai contenuti
Cala Inferno

Fondale: Sabbia/Roccia
Popolamento: Basso
Stato attuale: Chiusa al pubblico
In ombra: dalle 17:00 circa

Si raggiunge purtroppo solo in barca, anche la balneazione è soggetta a restrizioni. Un tempo era una delle scogliere più frequentate dell'Isola di Ponza. Completamente inagibile la famosa scalinata che un tempo portava giù al mare.


Un pò di storia
La Cala, uno degli angoli più suggestivi dell'arcipelago, è il risultato di un'intensa attività vulcanica. Quel che oggi appare visibile è un cono eroso per più di un terzo dall'azione disgregatrice del mare.
Alla base del cono vi è un piccolo sbarcatoio, dove vi sono ancora visibili opere murarie e scavi che i romani praticarono per realizzare uno dei tanti depositi dell'acquedotto isolano. Esso servì a rifornire di acqua le navi italiane fino alla 2'guerra mondiale. Una fontanella che zampilla ancora quasi visibile a livello del mare continua a ristorare i pescatori. La parete precipite della Cala era forata da un passaggio arditissimo che permetteva di raggiungere il mare, oggi in gran parte crollato. Il viottolo che si inerpica su uno strapiombo di 60 mt, è protetto da una balaustra naturale di caratteristici funghi di roccia. Il tufo bianchissimo si tinge verso l'estremità di Punta Nera di un un intenso rosso scuro che da all'acqua profonde tonalità.
 
Il nome è forse dovuto dalla fatica infernale di chi aveva scavato i 350 gradini che scendono a mare.
Questo perchè a Cala Inferno per quasi due secoli si sono caricate e scaricate le merci provenienti dal Porto o colà destinate. Non era raro scorgere donne con pesi di 100 kg salire o scendere la lunga scalinata rocciosa. Curiosità: come mostra la foto in alto da Cala Inferno è possibile scorgere il Porto di Ponza, con un atmosfera veramente magica!

Attualmente Cala Inferno è chiusa al pubblico per dissesto idrogeologico, si attendono i provvedimenti per la messa in sicurezza di questo meraviglioso angolo di paradiso.


Il Relitto di Cala Inferno
Nelle acque di Cala Inferno affiora il relitto di una nave mercantile, la Maria Costanza, andata in fiamme una ventina di anni fà in prossimità degli scogli Le Formiche. Le mareggiate l'hanno poi trasportata fin qui. Quello che si intravede oggi è davvero poco, ma lo scenario unico al mondo di questo angolo di Ponza è semplicemente fantastico.
Immagine del relitto di Cala Inferno a Ponza

Come arrivare:
Accessibile solo via mare con restrizioni.
I nostri consigli:
Grazie al bianco delle pareti rocciose, la tintarella a Cala d'Inferno è assicurata. Zona molto interessante per gli appassionati di Sub.



Contatti e Info

E-Mail: info[@]ponzaleforna.com
Sito ideato, gestito e curato da R@M
PI: 03600840924- Formia LT
Serivzi Marketing per Short Lets
Tutti i diritti riservati salvo dove diversamente indicato - Copyright 2018
Torna ai contenuti